Backstage: L’alba tra le pietre

autor: Diego Cuzzolin

15/05/2019 AUTOR: Diego Cuzzolin
Backstage: L’alba tra le pietre

Questa foto è stata scattata in vetta al Petersköpfl, cima di 2679 m nelle Alpi della Zillertal, in Tirolo. Questa montagna presenta sulla sua vetta una moltitudine di ometti di pietra che costituiscono un’ottima location per foto interessanti.

Durante un’escursione nella Zillertal che ho avuto l’opportunità di vivere l’estate scorsa insieme agli amici Moreno e Stefano, ci siamo fermati a pernottare al rifugio Friesenberghaus, sulle rive del lago Friesenberg.

Il lago Friesenberg col rifugio Friesenberghaus
Il lago Friesenberg col rifugio Friesenberghaus

Pianificando lo shooting dell’alba abbiamo deciso di salire alla cima del Petersköpfl, panettone roccioso che sovrasta il rifugio. Partendo di buon’ora, ancora al buio, in poco meno di un’ora di buon sentiero e qualche semplice roccetta finale siamo arrivati in vetta, dove ad attenderci abbiamo trovato una sterminata distesa di ometti di pietra.

Gli ometti di vetta del Petersköpfl, col Gran Pilastro sullo sfondo
Gli ometti di vetta del Petersköpfl, col Gran Pilastro sullo sfondo

Una volta studiata bene questa strana location, è stato divertente perdersi tra gli ometti giocando con la fotocamera. Ora col grandangolo per avvicinarci ai tumuli più grandi, ora col tele per catturarne i profili su successioni di creste lontane… ce n’era per tutti i gusti!

La foto che presento è stata scattata alle 6:05 di mattina, proprio allo spuntar del sole. La focale utilizzata è 17 mm, per poter inquadrare bene e dare importanza al bellissimo ometto sulla destra, chiudendo il diaframma a f/16 per poter evidenziare i raggi del sole che si perdono tra le pietre. La foto è uno scatto singolo (1/10 di secondo) dove ho utilizzato un’ulteriore esposizione con la mano davanti al sole. Questo mi ha permesso di avere un fotogramma senza alcun flare: successivamente ho fuso le due esposizioni in post avendo sia i raggi del sole che un ottimo dettaglio sulle pietre, senza alcun riflesso.

 

L'esposizione con il sole visibile, si notano i flares
L'esposizione con il sole visibile, si notano i flares
L'esposizione con il sole schermato dalla mano, si nota l'assenza di flares

Ovviamente nella fusione delle due immagini ho dovuto lavorare con attenzione nell’uniformità di temperatura e tonalità. Successivamente il blending con le maschere di livello è stata una semplice formalità. Dopo le regolazioni con le Tonality Mask e un po’ di filtro Viveza, ho ottenuto l’immagine che volevo.

Nella galleria successiva trovate altre foto scattate sul Petersköpfl quella mattina, tutte con gli ometti protagonisti. Se siete in zona, non lasciatevi scappare questa location!

Guarda la gallery

, , , , , , ,

Comments ( Comments)