Luoghi: il lago di Santa Croce

autor: Diego Cuzzolin

28/08/2012 AUTOR: Diego Cuzzolin
Luoghi: il lago di Santa Croce

Con questo articolo desidero far conoscere ai lettori alcuni luoghi, vicini e lontani, che reputo ottimi per un’uscita fotografica, cercando di descrivere nel miglior modo possibile l’ambiente, i colori, la luce e i punti di vista per ottenere buone foto.

Il primo luogo che presento è il Lago di Santa Croce: è un lago naturale (poi ampliato artificialmente negli anni ’30) che si trova in provincia di Belluno, precisamente nel territorio dell’Alpago. Le sue acque bagnano i comuni di Farra d’Alpago, Puos d’Alpago e Ponte delle Alpi.
Il lago è facilmente raggiungibile dall’autostrada A27 (Venezia – Belluno) per chi proviene da sud, uscendo all’uscita “Fadalto” e superando la Sella di Fadalto, oppure per chi proviene da nord (Belluno) dalla statale 51 di Alemagna, che praticamente ne costeggia tutto il lato occidentale.

Visualizzazione ingrandita della mappa

Il Lago di Santa Croce è delimitato a nord e a est dall’Alpago e le sue cime, a ovest dal complesso prealpino del monte Faverghera – Col Visentin, a sud dalla Sella di Fadalto e a sud-est dalle propaggini settentrionali dei monti della foresta del Cansiglio. Dall’alto di questi monti è possibile avere ottimi colpi d’occhio sul Lago e sui paesi circostanti.

L'Alpago e il Lago di Santa Croce dal Monte Teverone (Alpago)

L’Alpago e il Lago di Santa Croce dal Monte Teverone (Alpago)

Alba sull'Alpago e sul Lago di Santa Croce dal monte Faverghera

Alba sull’Alpago e sul Lago di Santa Croce dal monte Faverghera

Il Lago di Santa Croce dal Monte Pizzoc (Cansiglio)

Il Lago di Santa Croce dal Monte Pizzoc (Cansiglio)

In particolare per chi proviene dalla pianura, il Lago di Santa Croce si può considerare come la “porta” per le Dolomiti, in quanto è d’obbligo passarci accanto prima di entrare nella val del Piave e in Cadore. Purtroppo, percorrendo l’autostrada A27 fino a Belluno la vista del lago è preclusa dalle numerose gallerie ed è facile non accorgersi della sua presenza.

Dal punto di vista fotografico il lago presenta diverse opportunità: sicuramente molto importante è l’aspetto paesaggistico, ma non bisogna trascurare quello naturalistico (è presente un’oasi naturalistica, ottima per gli appassionati di avifauna e di flora) e quello sportivo (vengono infatti praticati sia il windsurf che il kite surf). Io mi soffermo sulle qualità paesaggistiche di questo bellissimo luogo.
A mio avviso i posti migliori per fotografare il Lago di Santa Croce sono in località Poiatte presso il mitico bar “da Fortunato” (d’obbligo una sosta per un caffè o una birra comodamente seduti in terrazza) e la frazione di Farra d’Alpago Santa Croce del Lago.
Nei pressi del bar “da Fortunato” si hanno degli ottimi colpi d’occhio sulle barche da pesca ordinatamente parcheggiate sul lago e sulle evoluzioni dei surfisti:

Tranquillità mattutina al Lago di Santa Croce

Tranquillità mattutina al Lago di Santa Croce

Parcheggio ordinato sul Lago di Santa Croce

Parcheggio ordinato sul Lago di Santa Croce

Barche e windsurf sul Lago di Santa Croce

Barche e windsurf sul Lago di Santa Croce

Se però si ha voglia di vivere l’esperienza dell’alba, questo posto regala scorci fantastici con il gruppo dolomitico della Schiara che viene progressivamente inondato dalle prime luci e il lago che gioca con il suo riflesso. D’inverno, quando il livello d’acqua è basso e il lago ghiacciato si possono avere situazioni estremamente interessanti:

Inverno al Lago di Santa Croce

Inverno al Lago di Santa Croce

Osservando l'alba al Lago di Santa Croce

Osservando l’alba al Lago di Santa Croce

Prime luci sul gruppo della Schiara

Prime luci sul gruppo della Schiara

Alba sul Serva

Alba sul Serva

Da Santa Croce del Lago si ha invece una visione migliore verso i monti dell’Alpago e del Cadore, in particolare al tramonto. Se il livello dell’acqua è basso si può anche scendere nella stradina che porta verso la riva del lago, per ottenere scatti migliori.

Tramonto sul Lago di Santa Croce

Tramonto sul Lago di Santa Croce

Tramonto sul Dolada, da Santa Croce del Lago

Tramonto sul Dolada, da Santa Croce del Lago

Riflessi d'Alpago

Riflessi d’Alpago

Altri luoghi sicuramente interessanti sono la spiaggia di Poiatte e l’Oasi Naturalistica prima citata.
Consiglio di fare un giro al Lago di Santa Croce fuori stagione (autunno – inverno –primavera) nei momenti dell’alba e del tramonto, per godere di questi posti bellissimi nella maggior tranquillità possibile.

, , ,

Comments ( Comments)